È stato un mese abbastanza freddo, in quanto ad uscite di singoli. Ma cinque canzoni che possono raccontare questo novembre le abbiamo trovate.

5. Niccolò Bossini – Piloti e supereroi

L’ormai ex chitarrista di Ligabue (nonché chitarrista dei Raw Power, sì proprio il gruppo hardcore punk italiano che negli anni Novanta faceva un casino paura) ha pubblicato quest’anno il suo nuovo album, il terzo, intitolato “Kaleidos” e ora pubblica questo singolo che non si distacca troppo dal pop-rock che lo ha sempre contraddistinto. Ma stavolta ha qualcosa di più: un testo molto carino. (E una citazione di November Rain dei Guns’n’Roses nel videoclip).

4. Negramaro – Lo sai da qui

Una canzone dedicata a suo padre scritta ovviamente dalla penna di Giuliano Sangiorgi che resta, comunque, uno degli autori migliori del panorama pop italiano. Con una voce altrettanto invidiabile e un solido gruppo alle spalle. Ultimo singolo uscito dal loro album ritenuto il migliore: “La rivoluzione sta arrivando”.

3. Salmo – Don Medellìn

Salmo è uno dei rapper più in voga della scena italiana da qualche anno per il suo stile abbastanza distante dall’hip hop che si sente quotidianamente e per un flow che davvero pochissimi hanno. E ne dà la prova in questa canzone riprendendo le tematiche care al mondo del rap (soldi, donne, ecc…) e mettendole su una base western incastrando più parole possibile.

2. Daniele Ronda – Che spettacolo è

Daniele Ronda non è una novità della scena musicale italiana, eppure in pochi lo conoscono ancora in profondità. Per farvi capire, ha collaborato alla scrittura di pezzi di Nek (“Lascia che io sia”, “Almeno stavolta”), Mietta e molti altri. Ora, dopo tre splendidi album folk, anticipa il nuovo album con una canzone orgogliosamente pop, con una fisarmonica tra il folk italiano e la musica latina, il tutto prodotto da quel gran chitarrista che è Massimo Varini. “Che spettacolo è!”

Il video sarà disponibile a breve.

https://itunes.apple.com/it/album/che-spettacolo-e-single/id1173032206

1. Raphael Gualazzi – Lotta Things

Una delle più belle voci italiane degli ultimi anni che canta un bluegrass pianistico con un ritmo trascinante degno delle migliori canzoni estive. Raphael Gualazzi sta dimostrando che, in questo momento, in Italia è uno dei migliori. E non importa che canti in italiano, in questa canzone. Le emozioni arrivano, tutte.

Menzione d’onore:

Un lungo addio – Roberto Vecchioni

Lui è fuori classifica perché la canzone era stata già pubblicata nella sua ultima raccolta “I colori del buio”. Ora, per la pubblicazione del suo ultimo libro, viene riproposta in una veste più intima. Una lettera a un figlio che se ne va da casa…

Mi dispiace ammetterlo, ma Vecchioni – come molti suoi colleghi della stessa generazione – è ancora una spanna sopra tutti.

Annunci